Come lavoro

IN AMBITO CLINICO LAVORO IN QUESTO MODO:

Psicoterapia individuale (per ottenere una ristrutturazione profonda della personalità) e terapia di sostegno (rinforzo delle capacità di adattamento della persona e agevolazione più efficace e più flessibile delle abituali modalità di difesa).

Terapia breve (tendente a risolvere precise problematiche in funzione di un obbiettivo già sufficientemente chiaro)

Gruppi con cadenza periodica (settimanale o quindicinale) per agevolare lo sviluppo personale, gruppi riservati a genitori in difficoltà, gruppi di auto aiuto.

Coaching (accompagnamento professionale personalizzato per assunzione d’incarichi e responsabilità, riconversione professionale, elaborazione di un progetto professionale, ritorno alla vita attiva e collaterale processo di orientamento)

NEL CAMPO DELLA CONSULENZA AZIENDALE LA MIA ATTIVITÀ VIENE SVOLTA IN QUESTI AMBITI:

Ricerche e interventi nell’area Comportamento Organizzativo. Con particolare riferimento a:
Atteggiamenti (motivazione, leadership, potere, emozioni, processi di auto-valutazione, intelligenza emotiva nella professione);
Comportamenti e relazioni (comunicazione interpersonale, dinamiche organizzative, intelligenza collettiva, leadership, autorità e delega, gestione del conflitto, processi di engagement e cooperazione);
Organizzazione (ruolo, bisogni organizzativi, cultura, clima, comunicazione organizzativa, management e gestione delle emozioni);
Benessere organizzativo e prevenzione dei rischi psico-sociali.

Interventi di psicologia della relazione per l’engagement, la cultura e i modelli di comportamento collaborativi nelle relazioni di lavoro. Sviluppo delle competenze emotive per il management, per la gestione di problematiche relazionali a livello individuale e/o organizzativo (comunicazione interpersonale, dinamiche di gruppo, leadership, autorità e delga, gestione dei conflitti, processi di collaborazione e cooperazione)
Coaching, consulenze e docenze.

Psicologia delle risorse umane nelle dinamiche organizzative. Percorsi formativi per incrementare competenze comunicative e relazionali o per prevenire situazioni di rischio operativo.  Valorizzazione delle competenze non tecniche e sviluppo dell’intelligenza collaborativa nelle organizzazioni 4.0
Sviluppo di competenze comunicative e relazionali per la qualità della vita al lavoro e la prevenzione di rischi psico-sociali (stress, burnout, esaurimento professionale, comportamenti controproduttivi al lavoro).

Per pubblicare un commento, devi accedere